Il pane in abbonamento



Menu lingue

Il pane in abbonamento La Posta consegna il pane fresco

Questa volta il profumo del pane appena sfornato arriverà direttamente dalla cassetta della lettere e non dal forno! Ma come è possibile? «Il pane per posta» è il servizio offerto dalla Posta in collaborazione con alcuni panifici locali.

Un croissant insieme al caffè, un panino con la frutta secca come spuntino e una treccia al burro per il fine settimana. Il pane ci accompagna in ogni momento della nostra vita. Dove c’è domanda c’è offerta: ormai il pane si può acquistare nei supermercati, nei negozi delle stazioni di servizio e addirittura nei chioschi. Per i clienti questa è sicuramente una soluzione molto comoda, perché insieme al pane possono fare anche altri acquisti. «I nostri clienti preferiscono comprare il pane fresco del fornaio, ma spesso arrivare fino al panificio è troppo scomodo», spiega Jasmin Spycher, responsabile di progetto della Posta. «E siccome ormai il pane può essere acquistato praticamente ovunque, questa tendenza si sta rafforzando».

La strada per il fornaio porta direttamente alla cassetta delle lettere

E allora come potranno mai imporsi sul mercato gli antichissimi panifici tradizionali se in Svizzera, il «paese del pane», regna una situazione così difficile? La soluzione però è semplice: se non sono i clienti ad andare dal panettiere, allora è il panettiere ad andare dai clienti. La parola magica è «Il pane per posta»: i clienti che non vogliono rinunciare al pane appena sfornato, ma non riescono a recarsi in panetteria, possono ora ordinare il pane in abbonamento. Grazie a Il pane per posta ora è possibile. La consegna viene affidata direttamente al postino.

Circa un anno e mezzo fa la Posta ha lanciato l’iniziativa Il pane per posta in collaborazione con la Confiserie Eichenberger di Berna. La Confiserie Eichenberger si occupava delle ordinazioni e della produzione, mentre la Posta gestiva la logistica, ovvero il recapito ai clienti. I primi tentativi hanno dato buoni risultati, ma si sono rivelati anche molto impegnativi. Il carico amministrativo si è rivelato enorme per la panetteria e il processo di ordinazione era complicato e generava spesso errori. Se si desiderava dare un futuro al progetto, era necessario ottimizzare i processi.